Obiettivi

Sviluppare metodi analitici per determinare i composti fenolici.
Mettere a punto best practice per aumentare e preservare la presenza di composti bioattivi negli oli.
Sviluppare nuovi strumenti analitici, tecnologici e normativi a sostegno degli health claims.

Partner

Ce.R.A. - Centro Interdipartimentale di Ricerca e valorizzazione degli Alimenti – Firenze (leader)
DPPS, DISAAT, DJ - Università di Bari Aldo Moro
Università di Napoli Federico II
Politecnico di Bari 

 

SCOPRI LA NOSTRA RICERCA SCOPRI LA NOSTRA RICERCA

Task 3.1 Prevalidazione di metodi analitici per determinare i composti fenolici negli oli extra vergine di oliva in relazione al claim EFSA

Sarà studiato un metodo innovativo per misurare i polifenoli presenti nell’olio (secoiridoidi e altri fenoli), per definire un metodo ufficiale standard di misurazione dei polifenoli da riportare negli health claims. Per la fase di estrazione verrà utilizzata la procedura del metodo COI. Saranno analizzati 30 campioni di olio con tecnologie ufficiali (come HPLC, GC, ecc.) e misurati i costituenti fenolici nella loro forma nativa e determinati il tirosolo totale e l'OH-tirosolo dopo l'idrolisi. L'ottimizzazione del metodo analitico sarà principalmente focalizzata a testare la colonna HPLC di nuova generazione (tecnologia Core shell) per migliorare l'efficienza e la risoluzione. Contemporaneamente verrà messo a punto dai ricercatori un metodo per valutare la presenza totale di Tyrosol e OH-Tyrosol dopo idrolisi acida dell'estratto fenolico.

Partner
Ce.R.A. - Centro Interdipartimentale di Ricerca e valorizzazione degli Alimenti – Firenze (leader)
DPPS - Università di Bari Aldo Moro
Università di Napoli Federico II

 

Task 3.2 Stima della quota di olio extra vergine di oliva nazionale adatto all'utilizzo dei claims

Saranno analizzati circa duecento campioni di olio provenienti da Puglia, Campania e Toscana utilizzando tecnologie analitiche (ufficiali e di pre validazione) descritte nel Task 3.1.
Si valuteranno anche i principali componenti volatili su un pool di oli mediante un metodo validato in HS-SPME-GC-MS. I dati ottenuti serviranno per supportare il lavoro del panel test ad oggi discriminante per la classificazione merceologica degli oli vergini.
La finalità è di valutare i contenuti dei polifenoli nelle tre aree e stimare la quota del prodotto nazionale che potrebbe avere le caratteristiche idonee per l’uso dei claims. Lo studio fornirà anche dati e informazioni su come migliorare la competitività delle aziende.

Partner
Ce.R.A. - Centro Interdipartimentale di Ricerca e valorizzazione degli Alimenti – Firenze (leader)
DPPS - Università di Bari Aldo Moro
Università di Napoli Federico II

 

Task 3.3 Confronto dei dati sul contenuto di polifenoli delle aree produttive di Puglia, Campania e Toscana

Verranno confrontati i dati sul contenuto di polifenoli negli oli delle tre aree produttive. I campioni saranno separati in funzione del contenuto alto (Premium) e basso (Standard) di polifenoli. I campioni Premium saranno sottoposti a studi di shelf life (Task 3.5) e test biologici (WP 6) per individuare tutte le caratteristiche in grado di soddisfare gli health claims. Le attività descritte nelle Task 3.2 e Task 3.3 saranno replicate sui campioni di olio ottenuti applicando tecnologie innovative (WP 4).

Partner
Ce.R.A. - Centro Interdipartimentale di Ricerca e valorizzazione degli Alimenti – Firenze (leader)
DPPS - Università di Bari Aldo Moro
Università di Napoli Federico II

 

Task 3.4 Definizione e divulgazione di best practice per aumentare e preservare la concentrazione di sostanze polifenoliche in campo e al frantoio

Verranno messe a punto e divulgate le best practice da applicare in campo e al frantoio per aumentare e preservare la concentrazione di sostanze polifenoliche, anche al fine di definire la tipologia di olio che si desidera produrre in funzione dei segmenti di mercato.

Partner
DISAAT - Università di Bari Aldo Moro
Politecnico di Bari 
Università di Napoli Federico II

 

Task 3.5 Stima della permanenza della validità del claims durante la shelf life del prodotto

Verrà eseguito uno studio trimestrale sui contenuti e qualità dei fenoli, dall'imbottigliamento alla data di scadenza, simulando le condizioni di vendita, al fine di stimare la permanenza della validità del claim durante la shelf life del prodotto. I fenoli di questi oli saranno monitorati anche dopo idrolisi acida come da protocollo validato per misurarne la concentrazione totale di tirosolo e idrossitirosolo.

Partner
Università di Napoli Federico II

 

Task 3.6 Sviluppo di un software open access per gli olivicoltori utile a stimare la durata della validità del claim

La conversione dei dati ottenuti nei test di shelf life in un algoritmo di previsione si tradurrà nello sviluppo di una interfaccia software in grado correlare quantità e qualità dei fenoli presenti in un olio e la loro evoluzione, dallo stoccaggio alla vendita, in modo da determinare il periodo di validità del claim.

Partner
Università di Napoli Federico II
Politecnico di Bari 

 

Task 3.7 Adempimenti amministrativi e legali per l'uso dei claims

Sarà analizzato il quadro legislativo per verificare quali informazioni riportare in etichetta per descrivere le proprietà salutistiche dell'olio, rispettando le indicazioni sull’etichettatura approvate dall’EFSA. Attraverso incontri ed eBook saranno date agli operatori della filiera tutte le informazioni per un corretto uso dei claims, valutando l’impatto socio-economico conseguente al loro uso.

Partner
DJ - Università di Bari Aldo Moro

 

Task 3.8 Suggerimenti per nuove norme a tutela e promozione del cibo salutare

Sarà analizzato il regime fiscale attualmente applicato in campo alimentare, in quanto le norme fiscali possano orientare le abitudini al consumo, ad esempio tassando il “cibo spazzatura” e riducendo le tasse sui cibi sani, come gli alimenti inclusi nella dieta mediterranea. Verrà indagata la funzione "extra-fiscale" delle imposte, la cui percentuale può contribuire al miglioramento delle condizioni di salute, abbassando ad esempio l'incidenza di alcune malattie e promuovendo la cultura della corretta alimentazione.

Partner
DJ - Università di Bari Aldo Moro

 

La nostra ricerca: Competitive

Per l'impresa

I risultati di COMPETiTiVE per gli assaggiatori dell'olio

Competitive - avatar Competitive Per l'impresa 07 Dic 2018

Si sono dati appuntamento a Roma nei primi due giorni di dicembre per scambiarsi conoscenze, innovazioni ed esperienze: sono gli “assaggiatori dell’olio”... leggi

Per il consumatore

FDA approva le indicazioni salutistiche nelle etichette dell’olio extravergine di…

Competitive - avatar Competitive Per il consumatore 22 Gen 2019

Dall’America l’ok ai produttori per riportare in etichetta che l’olio di oliva protegge dalle malattie cardiovascolari. Una conferma della validità delle ricerche... leggi

Per l’ambiente

I risultati di COMPETiTiVE all’incontro internazionale sull’estrazione green

Competitive - avatar Competitive Per l'ambiente 19 Set 2018

Una sessione speciale all’interno di GENP2018 per presentare alcuni risultati del progetto COMPETiTiVE, sostenuto da Ager, ottenuti nei primi diciotto mesi di... leggi

Olivo e Olio

Ager - Agroalimentare e ricerca è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Sito Progetto Ager
http://www.progettoager.it/

Valentina Cairo
valentinacairo@fondazionecariplo.it
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
comunicazione@progettoager.it